LEGGE SULLE ARMI … CHE CI DISARMA…

12 Marzo 2019 - 16:57
La revisione della legge mira in un primo tempo ad inasprire le condizioni di possesso e vendita di armi semiautomatiche e si tratta di uno sviluppo della convenzione di Schegen, derivata dalle misure antiterrorismo decise a Bruxelles dopo gli attentati di Parigi del 2015. Berna si è impegnata ad adottare la revisione delle legge entro maggio 2019.

 La direttiva europea non comporta nessun vantaggio in termini di sicurezza nel nostro paese e all’estero e sancisce anche la fine del tiro come sport di massa in Svizzera e pone le basi per ulteriori future restrizioni e controlli sui cittadini svizzeri. Ciò che è sicuro è che limita le nostre libertà e diritti.
Siamo quindi chiamati ad adeguare la nostra legislazione in base ai dettami della UE in quanto membri di Schengen, entrando così in grande conflitto con le nostre antiche tradizioni storiche di milizia, tiratori cacciatori, collezionisti e il diritto atavico di possedere un’arma.
L’essenza stessa della nostra libertà personale di liberi cittadini è messa in discussione per volontà esterna e questo deve preoccupare tutti.
 
Il Museo Militare Forte Mondascia, sempre in prima linea nella difesa delle tradizioni, ha il piacere di presentare ai suoi amici una serata con due relatori importanti:
 
Luca FILIPPINI. Presidente della Federazione Sportiva Svizzera di Tiro.
Avv. Werner WALSER. Giudice Tribunale d’Appello.
 
3 aprile 2019 ore 19.00 a Forte Mondascia. BIASCA
 
 
NOTA:Conferenza con cena:  MEMBRIFOR TI  fr. 25.00. Non membri fr. 30.00 escluso bibite.

ANNUNCIARSI entro il 30 marzo 2019: grossiosvaldo@ticino.com. oppure 079.444.02.23. 

Cordiali saluti. 
O.Grossi    
Presidente FOR TI